FANDOM



Kai Senichi è un agente di Eden.

Aspetto Modifica

È un uomo di media statura con corti capelli castani e occhi scuri.

Carattere Modifica

È dedito al suo lavoro ed obbedisce ai superiori, non facendosi scrupoli a manipolare e spiare i giovani serafini.

Relazioni Modifica

Karasuma Eishi Modifica

Ha avvicinato Karasuma Eishi per reclutarlo tra le fila di Eden e sfruttarlo per tenere sotto controllo i suoi simili; ha anche tentato di convincere sua madre che si trattasse di una causa lecita.

Kamoda Mikisada Modifica

Ha avvicinato Kamoda Mikisada per reclutarlo tra le fila di Eden e sfruttarlo per tenere sotto controllo i suoi simili, arrivando anche a tentare di convincere la sua famiglia che si trattasse di una causa lecita.

Sagisawa Rei Modifica

Ha avvicinato Sagisawa Rei per reclutarlo tra le fila di Eden e sfruttarlo per tenere sotto controllo i suoi simili, arrivando anche a tentare di convincere la sua famiglia che si trattasse di una causa lecita.

Umino Tsubame Modifica

Ha avvicinato Umino Tsubame per reclutarla tra le fila di Eden e sfruttarla per tenere sotto controllo i suoi simili, arrivando anche a tentare di convincere la sua famiglia che si trattasse di una causa lecita.

Irene Griff Modifica

Irene Griff lo ritiene meschino e, quando le si è presentata l'occasione, ha proposto di scombinargli la mente con le abilità congiunte del Bird Club.

Storia Modifica

L'agente Kai viene incaricato di reclutare i serafini randagi tra le fila di Eden affinché possano contribuire a tenere sotto controllo i loro simili. Tutti e quattro rifiutano, quindi tenta di convincere le loro famiglie fingendo di lavorare per qualche scuola prestigiosa.[1]

Kai spia i membri del Bird Club, che hanno chiamato Irene e l'agente Shiba; quest'ultima afferma che probabilmente Eden vuole l'aiuto dei serafini randagi per tenere sotto controllo i loro simili e rivela che l'organizzazione può ottenere qualsiasi risultato ricorrendo alla paura e alla speranza delle persone di cui hanno bisogno e che ha già iniziato a negoziare con il governo giapponese. Karasuma quindi chiede a Umino di connetterlo con la donna per imporle alcuni pensieri: i serafini desiderano la libertà e non attribuiscono alcun valore al loro passato da umani e le trattative con loro devono basarsi su un futuro libero. Umino rileva la presenza dell'agente Kai, quindi Karasuma le chiede di connetterlo a lui per fare lo stesso.[2]

Note Modifica

Navigazione Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.